Il bacio alla fiorentina : rinforza la relazione e il sistema immunitario.

Oggi è la Giornata (Non internazionale) del Bacio.

La giornata internazionale del bacio, in realtà, si celebra tutti gli anni il 6 luglio. La ricorrenza esisteva già nel Regno Unito e poi si è diffusa negli altri paesi. Solo in Spagna la ricorrenza è il 13 aprile perché il 6 luglio è la Giornata del bacio rubato.

In questo articolo per bacio intenderò, da definizione anatomica data dal Dott. Henry Gibbons, “la sovrapposizione anatomica di due muscoli orbicularis oris in stato di contrazione”. Ossia, il classico bacio alla fran.. alla fiornetina.

Eh si, a quanto pare il bacio alla francese è in realtà nato in Italia,  in origine si chiamava bacio alla fiorentina. Pare che sia diventato bacio alla francese dopo la Prima Guerra Mondiale, per una pessima traduzione all’interno delle truppe alleate:  gli inglesi, a causa di un errore di comprensione del fonema, lo chiamarono «French kiss» e come tale è passato così alla storia.

Dopo questo breve chiarimento storico, vi spiego come mai decido di festeggiare il Kissing Day con gli spagnoli: credo che il bacio non vada solo rubato, ma debba essere scelto ogni giorno, ed ecco perchè:

  • Alcuni studi sostengono che lo scambio di saliva rappresenti un ottimo modo per respingere i virus. Una ricerca pubblicata sulla rivista Medical Hypotheses ha evidenziato che le donne sviluppano l’immunità nei confronti del citomegalovirus baciando partner infetti.
  • Secondo il biologo evoluzionista Thierry Lodé, il bacio, tra gli esseri umani, ha la funzione di esplorare il sistema immunitario dell’altra persona.
  • Il bacio ha anche effetti benefici su psiche e umore. Secondo Sharon Stills, fisica naturopata, baciarsi abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress che, se troppo elevato, può avere ripercussioni negative sul sistema immunitario, su quello endocrino e sulla salute mentale, incidendo in particolar modo sulla sfera dell’ippocampo.
  • Baciarsi non farà sicuramente perdere le stesse calorie di una corsa (11,2 calorie al minuto circa), ma ha il potere di raddoppiare il tasso metabolico. Bryant Stamford ha rilevato  che durante un bacio molto appassionato si bruciano due-tre calorie al minuto, il doppio rispetto allo standard metabolico.
  • Il bacio rende più belli: ogni volta che baciamo mettiamo in moto 29 muscoli di viso e collo, che dopo avranno un aspetto più tonico e disteso. Anche la bocca risulterà più turgida e carnosa, grazie all’effetto degli ormoni prodotti.
  • Il bacio aumenta le endorfine, le molecole del benessere ed entrano in circolo anche dopamina, ossitocina, serotonina e adrenalina. Dopo il bacio il cuore batte forte e il respiro diventa affannoso, all’ossigeno arrivata una dose extra di ossigeno ed è l’ossitocina che spinge a baciarsi di nuovo.
  • I baci sono l’anticamera dell’amore fisico. Le labbra sono zone erogene, quindi la stimolazione di esse attraverso la lingua è un piccolo input verso l’eccitazione sessuale. Nel Kamasutra, per esempio, esiste un particolare bacio con la lingua che prende il nome di «bacio vibrante» e consiste nel baciarsi con la punta della lingua a testa in giù, in modo che ognuno baci il labbro inferiore dell’altro.
  • Nel cervello ci sono milioni di terminazioni nervose dedicate alle labbra, i baci sono fondamentali in un legame. Secondo Ellen Kreidman, bisognerebbe dedicare almeno 10 secondi ai baci per poter comunicare al partener il nostro amore.

Ora che abbiamo analizzato i perchè, passiamo al come.

Un buon bacio con la bocca dovrebbe lasciare il partner senza respiro e non asfissiato. Gli esperti baciatori, infatti, sanno quando premere o quando usare la dolcezza, quando usare la linga, o quando aprire bocca o chiuderla. Sanno prendere la pausa, respirare e controllora il flusso di saliva. I bravi baciatori si godono anche gli aspetti tecnici del baciare.

La più accreditata tecnica per un buon bacio è infilare la lingua nella bocca dell’altra persona e incontrarne la lingua. La lingua dell’altro va accarezzata e “massaggiata” con la propria. C’è chi suggerisce di utilizzare solo la punta della lingua che è la parte più sensibile di tutto l’organo fonatorio.

E mi raccomando.. denti puliti.

Buon bacio & buon sesso a tutti!

Dott.ssa Silvia Corrent

 

Sesso & Salute: 7 motivi per cui fare sesso allunga la vita.

Il sesso è importante non solo per la sopravvivenza fisica della razza umana, ma anche per la sorpavvivenza degli individui. È una parte naturale dell’essere vivi: migliora l’umore, il tono della pelle e ci fa sentire appagati e felici.

Scopriamo perchè fare sesso con regolarità è il segreto di una vita longeva e felice:

  1. fare sesso fa consumare calorie, quindi è un ottimo modo per perdere peso.  Baciando chi amiamo possiamo arrivare a consumare fino a oltre 20 calorie, e addirittura un’ora di baci appassionati può farci superare l’equivalente di un etto e mezzo di pasta. Avere un incontro intimo in una posizione tradizionale per circa un’ora brucia quanto 30 minuti di corsa e ci aiuta ad abbattere i livelli di colesterolo cattivo, quindi ci mette al riparo dal rischio di malattie cardiovascolari. Ma se vogliamo migliorare i risultati occorre mettere in gioco un po’ di fantasia: più la posizione è scomoda migliore è il risultato dietetico.
  2. Gli uomini preferirebbero far l’amore al mattino, perché i loro livelli di testosterone sono più alti. Le donne, invece, sono più inibite probabilmente perchè nella propria testa scorre già l’elenco degli impegni della giornata, d’altronde il desiderio sessuale è strettamente correlato allo stato di rilassamento. Eppure, svegliarsi con coccole e orgasmi ti rende felice. A dirlo è una ricerca dell’Oregon State University: il piacere orgasmico ha un effetto energezzinate, poichè stimola l’attività cerebrale e i sensi, fare sesso al mattino ti rende ottimista, non solo per le sostanze endogene che attiva, ma anche perché influenza positivamente l’autostima, scaccia l’ansia e la depressione. Questo consentirà di avere una migliore resa lavorativa e di sentirsi appagati nella coppia. Il contatto fisico riduce i livelli di cortisolo, cioè l’ormone dello stress cronico, e aumenta i livelli di ossitocina, provocando un senso di calma, questo aiuterà ad appianare le varie discussioni del giorno prima!
  3. Il sesso in oltre è un antiage naturale: durante un rapporto intimo vengono sprigionati ormoni che aiutano a migliorare la circolazione sanguigna, irrorano i vasi e perciò mantengono vivi e tonici i nostri tessuti. I capelli saranno più forti e la pelle più tonica grazie ai livelli di estrogeni in circolo.
  4. Il sesso rafforza il sistema immunitario, studi scientifici effettuati presso la Wilkes University in Pennsylvania, hanno concluso che le persone che fanno spesso l’amore hanno maggiori quantità di immunoglobuline A, ossia gli anticorpi che proteggono dai virus. L’ orgasmo migliora del 20% lefficacia delle cellule immunitarie.
  5. Come abbiamo già visto in un precedente articolo, il sollievo sessuale aiuta a dormire grazie all’innalzamento di ossitocina ed endorfine.
  6. Un gruppo di ricercatori della Queen’s University di Belfast, nel 2001, scoprì che avere rapporti tre volte alla settimana dimezza il rischio di infarto o ictus.
  7. Le donne che hanno orgasmi regolari presentano una soglia del dolore piu alta, graze alla produzione di estrogeni, endorfine e corticosteroidei. La scusa del mal di testa è ormai fuori moda! Il sesso allevia anche il dolore causato da emicrania e il dolore mestruale.

“Il sesso… che cos’altro è gratis e divertente, ti far fare ginnastica e non fa ingrassare?”

                                                                                                                (Cit. dott.ssa B. Wilson)

Dott.ssa Silvia Corrent

Sessualità nelle Donne: tra diritti e piacere.

Einstain si descrisse dicendo “Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso“; la curiosità si declina in tutti gli ambiti dell’agire umano in quanto voglia di sperimentare sensazioni nuove, di conoscere. Anche nell’ambito sessuale ogni individuo dovrebbe essere spinto dal naturale desiderio di desiderare, ma per troppo tempo la sessualità è stata un tabù, quella femminile in particolare. Il piacere sessuale femminile non era considerato necessario perchè non indispensabile per la procreazione. Le componenti psicologiche e relazionali nella sessualità sono ad esclusiva del genere umano, solo dagli anni ‘60 un concetto alla portata delle donne.

Le ragioni che ci spingono all’ atto sessuale includono il desiderio di condivisione e amore, il piacere fisico, e la volontà di aumentare il proprio benessere attraverso stimoli appropriati. Tutto ciò viene mediato da fattori biologici e psicologici presenti in quel momento. Il desiderio permette all’ eccitazione di intensificarsi e la soddisfazione sessuale (con o senza orgasmo) diviene un feedback positivo che crea a sua volta la motivazione alla base di una predisposizione positiva alla responsività agli stimoli sessuali per la volta successiva.

Molte donne iniziano un rapporto sessuale per soddisfare il partner, o per procreare vivendo queste scelte come “normale”. Il benessere sessuale è un diritto e rientra nella dimensione di salute. Oggi la terapia sessuologica, integrata a terapie mediche, nei casi in cui si rendono necessarie, offre un’alternativa alla sessualità come esperienza accidentale dell’esistenza.

L’obiettivo di una buona consulenza sessuologica, in questo caso, è quella di identificare le cause legate al calo del desiderio e collaborare con la donna, o con la coppia, al fine di mettere in moto un circolo virtuoso in cui la corretta educazione sessuale e affettiva e la manifestazione del desiderio daranno vita a stimuli adeguati al soddisfacimento dell’individuo.

Dott.ssa Silvia Corrent

I benefici dello sport sul sesso:

L’esercizio fisico ha dimostrato di esercitare benefici effetti sull’autostima, sulla salute mentale, con un benefico impatto positivo sui problemi psicologici associati alle disfunzioni sessuali. La prevenzione di molte patologie metaboliche in età giovanile, attraverso l’attività motoria, è fondamentale per la salute sessuale dell’adulto.

In molti si chiedono se si può far sesso prima di attività sportive, ebbene la letteratura scientifica mette in luce che lo sport influenza il comportamento sessuale più di quanto quest’ultimo influenzi lo sport, in particolare se un atto è praticato più di dure ore prima una competizione. Prima di tutto l’orgasmo esercita un effetto geneticamente rilassante e in sport che richiedono grande concentrazione potrebbe ridurre le capacità atletiche, inoltre una performance sessuale insoddisfacente potrebbe condizionare negativamente una performance sportiva a breve termine. Al contrario l’innalzamento del testosterone al termine di un esercizio fisico acuto potrebbe in teoria favorire l’attività sessuale dell’atleta. Anche se allenamenti stressanti associati a restrizioni caloriche possono invece ridurre il testosterone. In aggiunta le attività sportive possono risultare un’ulteriore carico di stress dell’individuo.

A volte lo sport può essere anche causa di alterazioni funzionali a carico della sessualità, come per esempio nel pugilato, in tal senso il Ministero della salute tutela gli atleti indicando precise norme di protezione (protezioni pelviche, corsetto toracico ecc).

Per non tralasciare nessun punto di intersezione tra questi due meravigliosi mondi vorrei anche aggiungere che il Comitato Olimpico Internazionale ha stabilito che gli atleti che hanno effettuato un cambiamento di sesso, completato l’iter chirurgico, l’iter burocratico, e istaurata la terapia ormonale sostitutiva (per minimizzare possibili vantaggi) possono partecipare a competizioni agonistiche con atleti dello stesso senso assegnato.

L’uso di doping: nella fattispecie l’uso di steroidi androgeni anabolizzanti, influenzano negativamente organi e apparati, in particolare l’asse ipotalamo-ipofisi gonadi, in uso nella sfera sessuale (causando disturbo dell’erezione ed eiaculazione precoce, problemi all’apparato riproduttivo). L’abuso di queste sostanze tra l’altro incrementa aggressività e violenze sessuali. Quindi direi che vanno a toccare sia la sfera del piacere, che quella emotiva e relazionale della coppia, mettendo in pericolo anche la possibilità stessa di procreare.

Non solo lo sport, se agito con moderazione, facilita la vita e la vita sessuale, ma fare sesso è tra le attività ricreative e sportive più salutari che esistano, i ricercatori canadesi dell’Università del Québec a Montreal, ritengono che l’attività sessuale possa essere considerata potenzialmente un esercizio fisico “alternativo” e significativo. Quindi… Buono sport e buon sesso a tutti!

Dott.ssa Silvia Corrent

L’importanza del cibo nella sessualità:

Iniziamo col dire che l’alimentazione e il sesso sono funzioni base di ogni essere umano, non solo garantiscono la sopravvivenza del singolo individuo, ma anche quello dell’intera specie.

I disturbi dell’alimentazione sono legati ai disturbi della sessualità al punto che alcuni autori propongono di considerare:

  •  l’anoressia come un sintomo di disagio sessuale: una ricerca dello status infantile precedente allo sviluppo sessuale attraverso la perdita delle mestruazioni ottenuta attraverso la perdita di peso;
  • la bulimia come una “fame di sesso” oltre che di cibo;
  • disturbo dell’immagine corporea e comportamenti legati al mancato controllo come possibile conseguenza di abuso sessuale: una meta-analisi di 53 studi ha messo in luce questa forte relazione, per esempio sono molto frequenti storie di abusi tra donne con bulimia nervosa;

Ed ancora si può aggiungere che “Il destino a letto si decide in sala da pranzo”, osservando che esiste una solida correlazione tra obesità e:

  •  disfunzioni sessuali e calo del desiderio per gli uomini (il peso corporeo è un fattore di rischio per il disturbo dell’erezione del 90%)
  • dolore sessuale, problemi di eccitazione e calo del desiderio per le donne.

Oggi il 30% degli adolescenti iniziano una dieta rigida e sproporzionata poiché eccessivamente preoccupati per il peso e la forma corporea, anche se paradossalmente, per la prima volta il numero di soggetti obesi nel mondo è quasi pari al numero dei sottopeso, si necessita più che mai di una buona educazione alimentare. Una dieta mediterranea ad alto contenuto di cibi integrali, legumi, verdura e frutta, con limitato consumo di carne rossa e di cibi e bevande ad alto contenuto di zuccheri è associato ad una riduzione del rischio di disfunzione erettile, come per esempio agisce in maniera positiva il consumo moderato e controllato di vino rosso, un uso eccessivo ha effetti devastanti sulla salute sessuale e sulle aspettative di vita.